Non sei identificato sul sito.

Non sei identificato sul sito.

rackservice banner forum

emo Discussioni trattate nella prima riunione capi-team

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #11

Zaffora ha scritto:

le categorie intermedie e regina diventano ad occupazione esclusiva da parte delle squadre (i piloti senza un team non vi possono accedere), ovvero 10 Team (sub-team) da 2 persone per un totale di 20 posti pilota occupati a titolo fisso. questo punto secondo me non va bene, 1 team 2 piloti per team chi non ha team corre come privato, non è giusto no fare partecipare chi non fa parte di un team.
- promozione/retrocessione diventa solo di team e non più di singoli piloti secondo me questo non va bene nemmeno vedi caso team zes danilo sempre almeno a meta classifica io molto piu indietro andrebbe a screditarlo con questa nuova regola, fai caso in un campionato reale esistesse questa regola ed hamilton in gp2 avesse avuto un pilota scarso come compagno non sarebbe mai salito in f1 e non ha senso
Guarda che la F1 è strutturata esattamente come il punto 1, ed Hamilton è salito perchè ha cambiato squadra ed è stato ingaggiato da un team che in F1 ci stava già. Questa cosa può benissimo avvenire anche nel punto 1.
Se poi promuovi 3-4 team alla volta alla promozione ci arrivano anche team che hanno un pilota forte ed uno scarso, sopratutto alla luce del sistema di punteggio che dà i punti ai primi 10 e basta.


GIOCHI: Assetto Corsa
PERIFERICA DI GIOCO: Logitech G27
PROFILO STEAM: steamcommunity.com/id/racingworldonline
SQUADRA: RWO Racing Team

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #12

Personalmente preferisco una classifica costruttori più reale. Senza subteam.
Si corre con 4 piloti max per team e i primi due di gara prendono punti.
Con i subteam si creano giochi di scuderia per privilegiare il team che si trova in lotta con qualche altra compagine.
I piloti non accettano volentieri di rallentare per far passare un altro che in quel momento è più lento o ha avuto qualche incidente.


KKX-49 I-JOHN Giovanni Contarelli
Ultima modifica: 5 Anni 11 Mesi fa da Giovanni Contarelli.

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #13

Bè sono stupito nel trovarmi d'accordo su quasi tutto,queste nuove idee mi piacciono molto,l'unica cosa che toglierei e magari terrei solo per la categoria regina è l'obbligo delle 2 macchine,non in tutti i campionati reali si schierano 2 macchine obbligatorie,tranne in formula 1 ed altre rarissime eccezioni,basta nominare 3-4 campionati importanti e vi accorgete che questa regola non è così usata ( wec,dtm,super gt,wtcc ecc). Per il resto mi sembrano tutte ottimissime e validissime idee (forse perchè alcune le ho suggerite io....hahahahahahahaha) quindi andate avanti così che siete sulla buona strada.

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #14

Premetto che io sono molto di formazione Formula 1 e Moto GP, e non segue troppo gli sport ruote coperte e di quest'ultimi conosco le regole che ho trovato scritte nel regolamento loro che ho letto per fare i campionati scorsi simili alla realtà. Purtroppo in questi non ho trovato menzione alle squadre.
In ogni caso io vi ho spiegato perchè secondo me un metodo in cui ogni team può mettere massimo 4 piloti ed ogni GP i primi 2 di questi portano i punti al team non mi piace troppo: chi ha il team da 4 a livello probabilistico porterà a casa ogni GP più punti di chi corre con 3 o 2 piloti, quindi sarebbe un premiare la squadra più numerosa; invece se questi 4 piloti sono fatti correre in 2 team da 2 a livello probabilistico ognuno di questi team prenderà gli stessi punti di un squadra che corre con solo 2 piloti e quindi con un team solo. Avvaloro questa ipotesi dal fatto che prima di venire su Assetto Corsa i nostri campionati applicavano il primo metodo (team da massimo 5 piloti dove i primi 2 di ogni GP prendevano punti) e capitava esattamente quello che ho descritto: le squadre più numerose avevano vantaggi non da poco rispetto quelle con meno piloti; è un dato di fatto che accade questo.
Un altro aspetto negativo venuto fuori dall'esperienza è che i piloti correvano letteralmente per i conti propri (e non come parte di un team) e non esitavano a superare in malo modo i compagni di team anche con il rischio di rovinargli la gara e le comunicazioni vocali in gara non esistevano nonostante ci fossero anche allora i canali ts3 delle squadre: in poche parole sembrava che ogni pilota solo nominalmente facesse parte di un team ma che nella realtà corresse come un pilota privato. Ora non dico che questa cosa ricapiterebbe di sicuro, ma potrebbe in alcuni team succedere e vi assicuro che non è bella da vedere e da gestire.
Un altro problema è che i team a disposizione del portale dimezzerebbero, e nel caso delle categorie superiori che hanno solo 20 posti nel peggiore dei casi ti vedresti una classifica costruttori con soli 5 team, cosa che credo sarebbe triste da vedere e non molto divertente per le squadre stesse e piloti. Inoltre non vedo ora come si potrebbe gestire con promozione-retrocessioni per team una cosa del genere.
Ultima cosa che dico: in portali famosissimi del simracing ai team sono permessi massimo 2 piloti anche in campionati ruote coperte ma a loro non è mai stata lamentata questa cosa.

La struttura del punto 1 si basa su team da 2 e non potrebbe funzionare se i team fossero da 4 o 3, etc. Quella da 4 e da 3 funzionerebbe sulla struttura attuale ma li si presenterebbe il problema che dicevo, ovvero che i team più numerosi avrebbero considerevoli vantaggi e questa cosa verrebbe amplificata nelle categorie superiori essendo a posti fissi.

Capisco quello che dice Giovanni, ovvero che questa cosa impone degli ordini di scuderia in determinate occasioni, ma secondo me (e magari lo dico sempre per la mia formazione di F1) gli ordini di scuderia fanno parte del motorsport ed è giusto che ci siano dato che il pilota corre per la squadra prima che per sè stesso (altrimenti nella squadra nn ci andrebbe) e quindi il primo obiettivo dovrebbe essere massimizzare il risultato portato a casa dalla squadra in un GP. Magari si potrebbe rendere più libero o liberalizzare del tutto il movimento dei piloti tra un sub-team e l'altro a campionato in corso nelle categorie di partenza, ma in quelle superiori non sarebbe giusto farlo (se non a campionati finiti).


GIOCHI: Assetto Corsa
PERIFERICA DI GIOCO: Logitech G27
PROFILO STEAM: steamcommunity.com/id/racingworldonline
SQUADRA: RWO Racing Team
Ultima modifica: 5 Anni 11 Mesi fa da Celly94.

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #15

Ti do abbastanza ragione,io purtroppo non ho ancora ben i chiari i meccanismi che ci devono essere in un portale,però forse con dei cambiamenti a livello di mercato piloti può aiutare,magari bloccando i trasferimenti durante la stagione solo i trasferimenti,non le contrattazioni,bah,lascio a voi queste cose,state comunque facendo un ottimo lavoro quindi mi fido :)

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #16

Luca Mobilio ha scritto:

Ti do abbastanza ragione,io purtroppo non ho ancora ben i chiari i meccanismi che ci devono essere in un portale,però forse con dei cambiamenti a livello di mercato piloti può aiutare,magari bloccando i trasferimenti durante la stagione solo i trasferimenti,non le contrattazioni,bah,lascio a voi queste cose,state comunque facendo un ottimo lavoro quindi mi fido :)
No beh, voi dovete comunque continuare a proporre e a mettere in dubbio regole e strutture. Anche se magari queste non verrranno applicate sempre ci servono a noi per riesaminare le nostre di idee e vedere se ci sono dei punti da migliorare arrivando anche a compromessi con le vostre idee e proposte.


GIOCHI: Assetto Corsa
PERIFERICA DI GIOCO: Logitech G27
PROFILO STEAM: steamcommunity.com/id/racingworldonline
SQUADRA: RWO Racing Team

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #17

Loris Celante ha scritto:

...
In ogni caso io vi ho spiegato perchè secondo me un metodo in cui ogni team può mettere massimo 4 piloti ed ogni GP i primi 2 di questi portano i punti al team non mi piace troppo: chi ha il team da 4 a livello probabilistico porterà a casa ogni GP più punti di chi corre con 3 o 2 piloti, quindi sarebbe un premiare la squadra più numerosa; invece se questi 4 piloti sono fatti correre in 2 team da 2 a livello probabilistico ognuno di questi team prenderà gli stessi punti di un squadra che corre con solo 2 piloti e quindi con un team solo...

Il discorso, come ti ho ben spiegato in ts, non cambia se metti due sub team che poi si possono cambiare i piloti. Allora si mettono i sub team con piloti bloccati. Perchè così è come avere un unico team da 4 piloti. Se mi manca uno lo prendo dall'altro team dove farò entrare la riserva.
Invece così obblighi i team a fare gioco di squadra, assolutamente poco bello nei confronti di piloti che si trovano costretti a dare strada. Come te, anche noi veniamo da un campionato che dal 2008 è gestito con unico team e le cose vanno benissimo, non c'erano piloti che doveva dare strada per avvantaggiare un team o l'altro. Inoltre, considerato che parli di seguire la realtà, dove si è mai vista una gestione team come questa nella realtà?


KKX-49 I-JOHN Giovanni Contarelli

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 11 Mesi fa #18

Non metto in dubbio che nel campionato che dal 2008 usa questo metodo vada tutto bene, anche se rimango comunque dell'idea che così si favoriscono i team più numerosi, ma non serve che dica che un metodo è buono solo se si integra bene con tutto il resto della struttura quindi se va bene li è perchè c'è una certa struttura del tutto che gli permette di andare bene, ma nel caso del punto 1 parliamo di una struttura nella quale quel metodo team non ha modo di trovare posto. Con il punto 1 va bene solo una struttura a team formati da 2 piloti massimo.

Comunque nella realtà i sub-team esistono eccome: nella F1 (ma anche Moto GP) ci sono diverse scuderie che possiedono altre scuderie (es. Red Bull, Toro Rosso), quest'ultime usate per far crescere i propri giovani talenti e sperimentare soluzioni tecniche per la squadra madre (ci sono anche ordini tra queste diverse scuderie). Non sò invece se nella realtà esiste il metodo che una squadra schiera tanti piloti e solo i primi 2 prendono punti, poi come ho detto io sono abbastanza a digiuno di categorie che non siano F1 e sue sottocategorie, e Moto GP.

Io continuo a non vedere il problema degli ordini di scuderia: se una squadra è in lotta per qualcosa importante nel campionato è ovvio che piloti della stessa squadra non devono diventare un ostacolo all'ottenimento del risultato, e quindi il dare ordini di scuderia è più che lecito e i piloti hanno il dovere di seguirli dato che corrono prima per la squadra che per sè stessi. La squadra dall'altro canto è liberissima di non dare gli ordini di scuderia, anche se rischia di compromettere alcuni risultati.

Cmq i sub-team sono stati inseriti per dare ad ogni squadra la possibilità di far competere per il costruttori più di 2 piloti alla volta ed arricchire la classifica costruttori di più competitor in modo da rendere molto più competitivo il campionato e di conseguenza interessante e divertente per squadre e piloti. Non ci fossero i sub-team le squadre da più di 2 persone faticherebbero non poco a schierare quasi tutti i propri piloti, e non credo sia questo quello che vorrebbero.

Volendo si può liberalizzare il passaggio piloti a campionato in corso tra un sub-team e l'altro nelle sole categorie di partenza (che avrebbero sempre il limite dei 2 sub-team), ma questo direi assolutamente no per quanto riguarda le categorie superiori: in quest'ultime è necessario che i piloti titolari di inizio campionato rimangano ai loro posti per tutto il campionato e che possano essere sostituiti temporaneamente in caso di assenze da qualche GP e definitivamente nel caso di sparizione o rinuncia al campionato; i cambiamenti di titolari li puoi fare solo a campionati finiti e nel rispetto del sistema licenze. Non seguire questa regola nelle categorie superiori vuol dire dare la possibilità ai team di farti una miriade di furbate sfruttando il mercato piloti, che fanno perdere il senso a tutta la classifica costruttori.
Per il momento la penso così, poi magari cambierò idea.


GIOCHI: Assetto Corsa
PERIFERICA DI GIOCO: Logitech G27
PROFILO STEAM: steamcommunity.com/id/racingworldonline
SQUADRA: RWO Racing Team
Ultima modifica: 5 Anni 11 Mesi fa da Celly94.

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 10 Mesi fa #19

Se non disturbo, provo a mettere sul campo un'idea diversa. Poiché nella vita reale sono un programmatore e le persone vengono da me sottoponendomi i loro problemi in attesa che io trovi l'algoritmo per la loro soluzione, cerco sempre di vedere i problemi sotto tutti gli aspetti.

Brevemente: Invece di gestire le promozioni basandosi sui risultati dei campionati, una soluzione alternativa che semplifica i vari regolamenti può essere basata sull'introduzione di "crediti", "denaro", "euro" o come volete chiamarli.

Le regole sono poche e semplici:
1. Ogni pilota ha un suo budget che riceve a inizio stagione. Il pilota ha la doppia funzione, quella di pilota e quella di sponsor.
2. Le squadre NON ricevono budget di inizio stagione, ma mettono sotto contratto i piloti i quali contribuiscono con i loro crediti (sponsorizzando le squadre).
3. I piloti possono iscriversi gratuitamente solo ai campionati iniziali (FC4 e GTC). Se vogliono partecipare a campionati superiori devono iscriversi a delle squadre.
4. Le squadre possono iscriversi a tutti i campionati, pagando una quota di iscrizione.
5. Piloti e squadre possono iscriversi ai gran premi pagando le relative quote di iscrizione.
6. Piloti e squadre ricevono premi per i piazzamenti nei gran premi e a fine campionato.

Esempio 1:
Io sono un pilota che voglio iscrivermi al campionato FC4. Ricevo 350 crediti.
Devo pagare 50 crediti ad ogni gran premio. Partecipo a tutti e sei gran premi e a fine stagione, se non ho ottenuto premi, ho un portafoglio di 350 - 50x6 = 50 crediti che potrò gestire in futuro come meglio credo.

Esempio 2:
Due piloti, Alfa e Bravo si uniscono per sponsorizzare una Squadra. Ognuno versa dal suo budget 500 crediti. La squadra ha un budget iniziale di 1000 crediti.
La Squadra si iscrive al campionato FC3, pagando 600 crediti di iscrizione.
Al primo gran premio, la squadra paga 200 crediti per iscrivere i suoi due piloti.
A fine gara Alfa si piazza primo e Bravo secondo. Alfa guadagna 500 crediti per la squadra e 300 per se, Bravo guadagna 450 crediti per la Squadra e 250 per se.
La Squadra ha ora un budget di 1000 - 600 + 500 + 450 = 1350 crediti.

Esempio 3.
Per incentivare le squadre con due piloti, senza appesantire le regole, è sufficiente parametrare i costi di iscrizione premiando la presenza di due piloti e penalizzando quelle con uno o con tre o più.
Ad esempio, se partecipare ad un gran premio di FC3 costa 100 crediti ad una squadra di 2 piloti (50 a pilota), partecipare con un solo pilota costa 75 crediti, mentre con tre piloti 225 (75 a pilota), con quattro piloti 300 crediti (75 a pilota) e così via.
Da un lato le squadre con più piloti potrebbero sembrare più avvantaggiate, ma a fronte di premi via via più ridotti nello scendere nelle posizioni della griglia, le spese diverrebbero comunque superiori alle entrate.

Lo staff, a parte tenere aggiornate le pagine dei saldi personali e delle squadre (da programmatore questo significa improntare un paio di pagine di consultazione e la consultazione di un database) e le iscrizioni ai gran premi e ai campionati, non dovrebbe fare altro.
Il grosso del lavoro dovrebbe essere lasciato alle squadre che dovrebbero attivarsi in un vero mercato piloti con offerte e contro-offerte, premi stagionali, ecc. ecc..
Inoltre, come effetto secondario, le squadre più ricche potrebbero sovvenzionare le squadre minori (quelle che ora vengono chiamate le sub-team) mantenendo in questo modo un vivaio piloti nelle categorie inferiori o nelle stesse categoria di appartenenza.

Inoltre, se la cosa interessa, si potrebbe integrare il sistema della patente a punti decurtando i crediti dei piloti.
Chiudo, aggiungendo che, in futuro, si potrebbe pensare di valutare le vetture da gara in modo da assegnare loro un costo e chiedere ai piloti o alle squadre, di "acquistare" le auto per poter partecipare ad un gran premio o a un campionato. Facendo pagare di più le vetture di prestazioni maggiori.

Grazie per l'attenzione e scusate la lungaggine.

Simone

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Vai
5 Anni 10 Mesi fa #20

tombesis ha scritto:

Omissis...

Grazie per l'attenzione e scusate la lungaggine.

Simone

Parere strettamente personale.
Mi piace un sacco. Da affinare e tarare ma è un sistema molto interessante, soprattutto l'acquisto auto così si toglierebbero tutti i dubbi su quali scegliere.


KKX-49 I-JOHN Giovanni Contarelli

Si prega Login o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.146 secondi

Widget Call Bell

Prova